WELCOME_MESSAGE

Procura di Napoli - Ministero della Giustizia

Procura di Napoli

Servizi per il Professionista

L’Uffico Sportelleria Unica, istituito con Provvedimento Organizzativo n. 2/2020 del 16.12.2020 a far data dall’11.1.2021, fornisce un servizio all’utenza qualificata ed al comune cittadino ai quali viene assicurata un’attività informativa e certificativa ai sensi dell’art. 335 comma 3 cpp ed ai sensi dell’art. 11 d.lgs. 285/1992 nonché la gestione dei processi di digitalizzazione dei fascicoli penali.

Nasce per dare risposta alle esigenze di avvocati, cittadini e forze dell’ordine che richiedono notizie in merito alla sussistenza di procedimenti penali ed allo stato delle indagini preliminari (Sportelli 335) o che necessitano di copie di atti processuali (Sportelli TIAP).

Gli sportelli di Front-office sono dislocati al piano terra del NPG (ingresso lato Centro Direzionale) al fine di consentire all’utenza un agevole accesso dall’esterno e  sono aperti dal lunedì al venerdi dalle ore 8.30 alle ore 13.30. Il flusso alla sola sportelleria del 335 è regolamentato da un totem touch screen che consente di selezionare l’operazione da effettuare e rilascia un biglietto indicante il numero di accesso, ciò al fine di evitare scomode attese ed assembramenti in prossimità degli sportelli.

Con O.S. n° 56/2022 del 15/07/2022 il dirigente ha disposto che dal giorno 1 ago 2022 al 31 ago 2022 l'ufficio unico di sportelleria all'utenza osserverà l'orario di apertura al pubblico dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle ore 11:30.

INFORMAZIONI RELATIVE ALLA TRASMISSIONE E DEPOSITO DI ATTI PENALI 

Disciplina del Portale deposito atti penali -  

Come disposto dal decreto 28 ottobre 2020 n. 137 convertito nella legge 18 dicembre 2020 n. 176 e dal decreto del 13 gennaio 2021 del Ministero Giustizia, la trasmissione e deposito degli atti dovrà essere operata a mezzo PORTALE DEL PROCESSO TELEMATICO nei seguenti casi:

1) memorie, documenti. richieste e istanze indicati dall'articolo 415 bis, comma 3, c.p.p.;

2) istanza di opposizione all'archiviazione indicata dall'art 410 c.p.p.;

3) denuncia di cui all'art. 333 c.p.p.;

4) querela di cui all'art. 336 c.p.p. e relativa procura speciale;

5) nomina del difensore e rinuncia o revoca del mandato indicate nell'art. 107 del c.p.p. (per le nomine relative al procedimento in fase d’indagine è necessario allegare “l’atto abilitante” di cui alla nota del Ministero della Giustizia - DOG prot. 4990 in data 11/02/2021).

Il Portale deposito atti penali (PDP) consente, nei casi previsti dalla legge, la trasmissione telematica agli Uffici Giudiziari di atti, documenti e istanze da parte dei difensori. Consente altresì la consultazione, ai soli difensori già costituiti, di informazioni di registro e degli atti dei fascicoli informatici quando presenti. Il difensore può  verificare le varie fasi dell’invio telematico dell’atto, della sua ricezione e dell’esito delle verifiche effettuate dagli operatori degli Uffici Giudiziari. L’avvocato, dopo essersi autenticato con smartcard sul Portale dei Servizi Telematici all’indirizzo http://pst.giustizia.it ,accede all’area riservata degli  Uffici Giudiziari.

Trasmissione mediante posta elettronica certificata.

Nei casi e nei modi previsti dalla legge è possibile utilizzare, in via residuale, la posta elettronica certificata per la trasmissione di atti, documenti ed istanze.

Il deposito di atti, memorie e istanze difensive sarà effettuato preferibilmente per via telematica, sia per ridurre gli accessi ed i relativi rischi, sia per assicurare una più rapida consegna al P.M. assegnatario. Gran parte degli uffici ricevono solo mediante appuntamento secondo le procedure più sotto specificamente indicate. L’accesso a tali uffici non sarà consentito per chi non abbia provveduto a prendere appuntamento e fuori dal giorno e dall’orario comunicato. Eventuale ricezione di mail con indicazione del seguente messaggio "la presente mail rappresenta notifica di RIFIUTO dell'e-mail inviata" vuole significare che trattasi di atto da inviare alle Pec secondo legge dedicate ai depositi telematici (di seguito indicate).

MODALITA' di DEPOSITO ATTI in caso di mal funzionamento del PPT

solo in caso di malfunzionamento del PPT, è consentito trasmettere gli atti  agli indirizzi di posta elettronica certificata assegnati a questo Ufficio :

PEC 1 (depositoattipenali1.procura.napoli@giustiziacert.it): Ufficio notizie di reato

È destinata al deposito degli atti, dei documenti e delle istanze dirette all'Ufficio decessi ed all'Ufficio detenuti; delle istanze relative ad attività di perquisizione e sequestro in via di urgenza della Polizia Giudiziaria; a tale indirizzo dovranno esclusivamente indirizzarsi anche le richieste ex art. 335 c.p.p. del difensore;

PEC 2 (depositoattipenali2.procura.napoli@giustiziacert.it): D.D.A.

È destinata al deposito d i atti, documenti ed istanze relative a proced imenti assegnati a Magistrati della Direzione Distrettuale Antimafia, se diversi da quell i ind icati dall 'art. 415-bis, comma 3, c.p.p. (nonché degli ulteriori atti con futuri decreti ministeriali ai predetti parificati) , da eseguirsi invece, come detto, esclusivamente mediante deposito dal Portale del processo penale telematico;

PEC 3 (depositoattipenali3.procura.napoli@giustiziacert.it): Sezioni di indagine 5^ e 6^  ed Ufficio demolizioni

È destinata al deposito di atti, documenti ed istanze relative a procedimenti assegnati a Magistrati della sezione d 'indagine 5^ (tutela dell'ambiente e del territorio) e della sezione d 'indagine 6^ (Incolumità pubblica, colpe professionali, lavoro, farmaci e alimenti), se diversi da quell i indicati dall 'art. 415-bis, comma 3, c.p.p. (nonché degli ulteriori atti con futuri decreti ministeriali ai predetti parificati), da eseguirsi, invece, come detto, esclusivamente mediante deposito dal Portale del processo penale telematico, nonché alle procedure dell'Ufficio demolizioni;

PEC 4 (depositoattipenali4.procura.napoli@giustiziacert.it): Sezioni  di  indagine 2^, 3^, 4^  e 7^, gruppi  di  lavoro  specializzati  intersezionali,  misure  di prevenzione, servizio definizione affari semplici 

E destinata al deposito di atti, documenti ed istanze relativi a procedimenti assegnati a Magistrati della sezione d'indagine 2^ (Reati contro la Pubblica Amministrazione), della sezione d'indagine 3^ ( Criminalità economica), del la sezione d 'indagine 4^ (Violenza di genere e tutela delle fasce deboli della popolazione), della sezione d'indagine 7^ (Sicurezza urbana), della sezione 8^ (Misure di prevenzione ), nonché dei gruppi di lavoro intersezional i sul "Terrorismo ", sui "Reati collegati al fenomeno dell'immigrazione'', sulla "Sicurezza dei sistemi informatici", sulla "Tutela dei beni culturali", sui "Reati commessi in luoghi di custodia o detenzione e comunque in danno di soggetti privati della libertà personale" , sui "Reati  collegati alle manifestazioni sportive"  ovvero trattati  dallo S.D.A.S. (Servizio per  la Definizione degli Affari Semplici); come detto, trattandosi degli atti indicati dall 'art. 415-bis, comma 3, c.p.p. (nonché degli ulteriori atti con futuri decreti ministeriali ai predetti parificati) , il deposito potrà eseguirsi esclusivamente dal Portale del processo penale telematico;

PEC 5 (depositoattipenali5.procura.napoli@giustiziacert.it): Ufficio Esecuzione

È destinata al deposito di atti, documenti  ed istanze relative a procedure di esecuzione penale ;

PEC  6 (depositoattipenali6.procura.napoli@giustiziacert.it): Ufficio Dibattimento

È destinata al deposito di atti, documenti ed istanze relative a procedimenti pendenti nella fase del dibattimento.

Allegati

Torna a inizio pagina Collapse